Termini, tra degrado , illegalità ed abusivismo, due arresti e nove persone denunciate

Servizio straordinario di controllo presso l’area della stazione ferroviaria di Termini e in quella che si estende a piazza dei Cinquecento. Il bilancio dell’attività è di 2 persone arrestate, 9 denunciate a piede libero e altre 11 sanzionate amministrativamente.

printDi :: 24 settembre 2022 16:31
Carabinieri controlli pressi stazione Termini

Carabinieri controlli pressi stazione Termini

(AGR) I Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno eseguito un servizio straordinario di controllo presso l’area della stazione ferroviaria di Termini e in quella che si estende a piazza dei Cinquecento, frequentata da numerose persone, tra cui turisti e pendolari. L’attività rientra nell’ambito di un più ampio piano strategico pianificato dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Roma per prevenire e reprimere reati di natura predatoria e contrastare situazioni di degrado, abusivismo e illegalità, in linea con l’azione fortemente voluta dal Prefetto di Roma Matteo Piantedosi in seno al Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. Il bilancio dell’attività è di 2 persone arrestate, 9 denunciate a piede libero e altre 11 sanzionate amministrativamente.

I Carabinieri del Nucleo Roma Scalo Termini hanno arrestato un cittadino tunisino di 45 anni, senza fissa dimora e con precedenti, in esecuzione di un provvedimento di carcerazione emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali del Tribunale di Roma. L’uomo deve scontare una pena detentiva di un anno e 5 mesi per reati connessi lo spaccio di stupefacenti. Nei pressi di un esercizio commerciale, i militari hanno arrestato un romano di 44 anni, già con precedenti e sottoposto alla misura della presentazione alla P.G., notato mentre stava asportando una confezione di profumi. L’uomo ha opposto resistenza ma è stato bloccato e ammanettato dai militari.

Sono 5 invece le persone denunciate all’interno della stazione, per l’inosservanza al divieto di accesso all’area urbana della stazione ferroviaria termini (cd. “Daspo Urbano”) mentre, una romana di 39 anni, è stata denunciata per l’inosservanza del divieto di ritorno nel Comune di Roma emesso nei loro confronti dalla Questura di Roma.

Altre tre persone, sono state segnalate all’autorità giudiziaria, per il reato di molestie. I tre sono stati sorpresi dai militari mentre molestavano alcuni viaggiatori all’interno dello scalo ferroviario, con richieste di elemosina o offrendo con insistenza la loro assistenza ai distributori automatici di biglietti. Sanzionate amministrativamente dai militari 8 persone, per violazione del divieto di stazionamento nei pressi della stazione Termini. A loro carico è stato emesso contestuale ordine di allontanamento per 48 ore dalla predetta area.

I controlli sono stati estesi anche a diverse attività commerciali, alcune delle quali, sono state sanzionate dai militari per un importo totale di 9019,00 euro. Il titolare di un negozio di via Volturno è stato sanzionato per aver messo in vendita prodotti alimentari, sebbene non fosse in possesso della relativa autorizzazione e anche per occupazione abusiva del suolo pubblico, con la misura accessoria della sospensione dell’attività commerciale per 5 giorni. Stessa sospensione dell’attività per 5 giorni è toccata anche ad un ristorante situato a poca distanza. Anche in questo caso il titolare dell’attività commerciale è stato sanzionato per occupazione abusiva del suolo pubblico per la somministrazione di alimenti. Infine è stato sanzionato per occupazione abusiva del suolo pubblico anche il titolare di un negozio di souvenir, sempre di via Volturno.

In via Varese e in via dei Mille, i militari hanno proceduto al controllo di due strutture ricettive senza però riscontrare violazioni.

Photo gallery

Carabinieri controlli pressi stazione Termini

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE