Alitalia, pesanti danni al turismo senza la nostra compagnia di bandiera

Il sindaco Montino presente al sit in dei lavoratori a Fiumicino lancia l'allarme e denuncia: Lasciare campo libero alle compagnie low-cost straniere e ridurre la nostra compagnia rappresenta un colpo mortale non solo al settore ma anche la turismo

printDi :: 18 giugno 2021 16:51
Sit in di protesta a Fiumicino

Sit in di protesta a Fiumicino

(AGR) “La ripresa economica nel Paese passa per il rilancio della nostra economia, come è ovvio. E una parte importante di questa economia è  sicuramente il turismo, soprattutto perché l’Italia ha una infinità di ricchezze culturali, storiche, archeologiche, naturalistiche nel proprio territorio da offrire ai cittadini del mondo.

Lasciare campo libero alle compagnie low-cost straniere, addirittura incentivandole, e alle altre grandi compagnie dei grandi Paesi europei e in contemporanea rimpicciolendo  fino alla mera testimonianza la nostra compagnia aerea è  una vera e propria svendita del Paese. Parlano tanto di piani, progetti, di grandi finanziamenti europei, ma quello che fino ad adesso con certezza si sta perseguendo è imprimere un colpo a un settore trainante per il Paese”.

Lo ha dichiarato il sindaco di Fiumicino Esterino Montino, che oggi ha partecipato al presidio delle lavoratrici e dei lavoratori del comparto aereo presso l’aeroporto Leonardo Da Vinci.

Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE