Fiumicino riapre la "querelle" per l'ospedale, centomila residenti e l'aeroporto internazionale, se non ora....quando?

Partendo dalla notizia della riapertura di strutture sanitarie nel Lazio l'associazione Energie per Fiumicino rilancia la questione ospedale, una battaglia lunga venticinque anni che per ora ha ottenuto solo "promesse" ma i numeri dei residenti e la vicinanza con l'aeroporto meriterebbe attenzione

printDi :: 02 dicembre 2021 16:58
Fiumicino riapre la querelle per l'ospedale, centomila residenti e l'aeroporto internazionale, se non ora....quando?

(AGR) "Leggiamo in un post pubblicato dal Presidente della Regione Lazio che stanno riaprendo molte strutture sanitarie, come il nuovo Ospedale dei Castelli, il nuovo Ospedale di Latina, il nuovo Ospedale Tiburtino e la lista è ancora lunga.  Senza voler cadere nella domanda che sorge spontanea del ‘’chi li ha chiusi?’’, vogliamo restare propositivi, perché la riapertura di strutture sanitarie, soprattutto in questo periodo storico, rappresenta un’enorme conquista.  - scrive Massimiliano Masia (Energie per Fiumicino ) -  E’ triste dover constatare che abbiamo bisogno di una pandemia per far capire finalmente a chi ci amministra che la salute pubblica è una priorità e che, come tale, andrebbe trattata, migliorando le strutture già esistenti e costruendone delle nuove dove necessario. 
Purtroppo, però, in questa ondata di aperture, troviamo una piccola grande mancanza: parliamo di città (escludendo Latina) che hanno tutte meno di 50.000 abitanti. Non vogliamo assolutamente sminuire l’importanza che hanno tali strutture sui territori citati, ma vogliamo continuare a tenere alta l'attenzione sulla problematica che vive il Comune di Fiumicino, che con i suoi quasi 100.000 abitanti e con l'aeroporto Internazionale ‘’Leonardo Da Vinci’’ ancora aspetta un vero ospedale.....?  

Abbiamo letto tutti nelle ultime settimane- continua la nota stampa -  della problematica delle ambulanze del territorio, che si è trovato sguarnito delle stesse perché dirottate per necessità tutte nella Città di Roma. Ogni giorno il Sindaco di Fiumicino si impegna informandoci sul numero dei ‘’positivi’’ nel nostro Comune, emana ordinanze comunali per arginare i contagi: dalle mascherine all’aperto al distanziamento sociale. Ma i cittadini di Fiumicino si domandano: - “Quando arriverà il momento ed il giorno in cui il Sindaco si impegnerà veramente con la Regione Lazio per trovare un sito e dare finalmente vita ad un vero Ospedale?”

Questa battaglia, che ormai è viva da 25 anni, ha portato solo promesse, addirittura, in un comunicato stampa, qualcuno di questa amministrazione, ha dichiarato: “Ospedale a Fiumicino, ci siamo!” Ad oggi, a distanza di circa due anni, oltre che leggere dei numerosi traguardi raggiunti finalmente in varie città della regione, non abbiamo nessuna notizia di quanto accadrà a Fiumicino.... - conclude la nota - Cogliamo l'occasione per ringraziare il presidente della regione Lazio per l’impegno preso e raggiunto nei vari territori e ricordare allo stesso tempo che nel Comune di Fiumicino non esiste un Ospedale e nemmeno un centro di primo soccorso adeguato alle esigenze della numerosa popolazione locale". 


Partecipa anche tu affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE