Video memorie di guerra e dopoguerra...sul litorale romano all'Ecomuseo

I film documento sono stati realizzati dalla CRT in collaborazione con la Regione Lazio. Il programma di filmati è stato intitolato: I giorni in cui si contano gli anni.

printDi :: 15 settembre 2020 17:07
videomemorie di guerra i giorni in cui si contano gli anni

videomemorie di guerra i giorni in cui si contano gli anni

(AGR) Le memorie della seconda guerra mondiale e dell’immediato dopoguerra, così come sono rimaste nelle menti di chi ha vissuto quel periodo sul territorio del Litorale Romano, sono il tema del programma di eventi intitolato I GIORNI IN CUI SI CONTANO GLI ANNI, elaborato da CRT Cooperativa Ricerca sul Territorio e realizzato con Regione Lazio nelle sedi di Ostia Antica e di Maccarese dell’Ecomuseo del Litorale Romano.

Nelle sale visioni delle sedi ecomuseali saranno presentati, esposti e commentati i documenti cartacei, fotografici e audiovisivi raccolti sulla base di un  ricerca specifica mirata al ritrovamento e alla conservazione delle tracce di memoria ancora esistenti in loco su una serie di eventi che hanno caratterizzato in particolar modo questo territorio rispetto alla capitale.  Ricordando che dal 1933 il Lido di Ostia è ufficialmente quartiere di Roma, sebbene distaccato di 20 kilometri dal centro città. Eventi in gran parte dimenticati o trascurati che mettono in luce il ruolo importante che ha rivestito la costa laziale a partire dall’8 settembre del ’43 fino alla liberazione: la dislocazione strategica delle truppe tedesche lungo il fronte marino, lo sfollamento forzato di tutta la popolazione residente a Ostia e a Fiumicino, il trasferimento dell’aeroporto dell’Idroscalo in Abruzzo, le distruzioni di ponti, ferrovie, stabilimenti balneari, terminali di approdo, torri; deportazioni di militari e di civili, rappresaglie, come quella in cui perse la vita a Torrimpietra il carabiniere Salvo D’acquisto. Non da ultimo, la scoperta di una unità di resistenza ad Acilia che operava con particolari compiti specifici in funzione dell’attività resistenziale romana.

 E poi il dopoguerra con  il ritorno della gente nelle proprie case in un quartiere devastato dalle distruzioni. Alcuni anni dopo, verso l’interno, ecco l’arrivo dei profughi da Istria e Dalmazia a creare una nuova enclave che viene ad affiancarsi a quelle storiche succedutesi nei secoli.

 L’iniziativa si avvale della collaborazione dell’ Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico, di Cinema Ricerca, del Centro Anziani  Paolo Giuliani di Maccarese e la partecipazione dell’ANPI di Roma e di Ostia. I GIORNI IN CUI SI CONTANO GLI ANNI, Videomemorie di guerra e dopoguerra sul Litorale Romano è una iniziativa che fa parte del Programma di Attività della Regione Lazio, Iniziative per la costruzione di un archivio della memoria storica del Lazio, realizzato con il contributo della Regione Lazio.

Giovedì 17 settembre 2020 Polo di Maccarese, Ecomuseo del Litorale Romano

ore 15,00 “Fiumicino e Maccarese, una palude per rifugio” Giovanni Zorzi, Ecomuseo del Litorale Romano

Immagini documentarie e video di testimonianza sul periodo dell’occupazione tedesca dell’area di Maccarese e sulle conseguenze dei bombardamenti aerei. A Maccarese non ci sono particolari obiettivi militari. Tuttavia anche questa zona, completamente agricola per la presenza dell’omonima azienda, viene investita dalla furia nazista con l’allagamento di ampie zone del territorio, e dai bombardamenti alleati che colpiscono la stazione  ferroviaria e altre strutture del paese. Con la partecipazione de Centro Anziani Paolo Giuliani di Maccarese. Ore 16,30

Proiezione del film Lo sbarco di Anzio, di Edward Dmitrick

3^ Giornata Sabato 19 Settembre 2020 Polo Ostiense, Ecomuseo del Litorale Romano

Ore 15,00 “Acilia resistente” Claudio Diamanti, ricercatore Lidia Piccioni, Università Sapienza di Roma Documenti inediti, letture di testimonianze e video interviste sulla resistenza nella zona di Acilia. Una storia dimenticata, rimossa dalla coscienza comunitaria e dalla storiografia resistenziale romana. Ad Acilia, insediamento a metà strada fra Roma e Ostia, si forma ed agisce, pur fra mille difficoltà, un nucleo di resistenza partigiana. Il ritrovamento di documenti inediti testimonia sull’attività particolare di questa formazione che, per i caratteri ambientali del territorio, non poteva rifugiarsi nella clandestinità.

Con la partecipazione di  AAMOD Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico e

ANPI Associazione Nazionale Partigiani d'Italia

Ore 16,30 Presentazione e Proiezione del film Roma occupata, di Ansano Giannarelli Paola Scarnati, Fondatrice AAMOD Archivio Audiovisivo del Movimento Operaio e Democratico.

Tutti gli eventi in programma sono ad ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria

alla mail info@ecomuseocrt.it oppure al cell. 3332266927.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
 
x

ATTENZIONE