Emergenza sanitaria, al CPO non andranno i malati covid-19

Passo indietro compiuto in mattinata dalla Regione Lazio che avrebbe abbandonato il progetto di allestire 14 posti di riabilitazione per i malati di coronavirus che ora andrebbero in un albergo sulla Laurentina. 8 posti letto predisposti al Grassi

printDi :: 25 marzo 2020 17:30
CPO Ostia

CPO Ostia

(AGR) La Regione fa marcia indietro: al CPO non andranno i malati del covid-19, sia pure in riabilitazione, determinante è stata la reazione al progetto degli utenti del Centro che ha messo in moto la politica. A denunciare il piano è stata la consigliera comunale di FdI Chiara Colosimo, con lei si è mosso anche Davide Bordoni (Lega) che ieri averva annunciato un’interrogazione al sindaco. Oggi, sul tema è intervenuta la presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo, che ha annunciato la nuova decisione assunta dalla Regione.

“A fronte di notizie pubblicate su alcune testate online, rispetto ad un presunto allestimento di un Centro Covid19 presso il CPO di Ostia, vorrei precisare che non è in programma nessun intervento di questo tipo.  Ho contattato personalmente il Direttore Sanitario della ASLRM3 rappresentando le criticità di una decisione di tale tipo e la giusta preoccupazione degli utenti ed ho ricevuto rassicurazioni sul fatto che si è deciso di allestire altrove i 14 posti letti previsti inizialmente nel CPO”.

In compenso, la Asl rm 3 ha comunicato che si sta attrezzando il piano terra dell'Ospedale Grassi per il covid-19. Sarebbero stati attivati già 8 posti letto che dovrebbero essere disponibili da domani, giovedì 26 marzo. Per i 14 posti letto del CPO sarebbe stato scelto ed in via di allestimento un albergo sulla Laurentina.

Partecipa anche tu, con un piccolo contributo, affinche' l'informazione vera e trasparente sia un bene per tutti

 
x

ATTENZIONE